Bunkeraggio

Il bunkeraggio da GNL

bunkeraggio vulcan

Da combustibile trasportato con le navi a combustibile per le navi.

Di strada ne ha fatta, il GNL, nei suoi 60 anni da quando è stato introdotto sul mercato globale.

Era il giugno del 1964 quando la prima metaniera al mondo, the Methane Princess, entra in servizio, dando inizio ad un nuovo modo, rivoluzionario, di trasportare il gas: non più allo stato gassoso bensì allo stato liquido. E sono gli ultimi anni del 1990 e i primissimi 2000 a vedere il lancio delle prime navi alimentate a GNL. È il caso della Norvegia, che per prima ha realizzato e utilizzato traghetti a GNL nelle sue acque interne.

In realtà, l’idea di utilizzare il gas per alimentare le imbarcazioni risale agli anni Settanta, quando il vapore liberato dall’evaporazione del GNL trasportato nelle metaniere veniva recuperato per alimentare il motore della nave.

Da allora, l’industria si è mobilitata verso la progettazione di motori per la propulsione marina a gas, oggi tecnologicamente avanzati e disponibili sul mercato.

Da un punto di vista ambientale, l’utilizzo del GNL nel settore del trasporto marittimo può consentire di raggiungere gli obiettivi di riduzione dell’impatto ambientale derivante dalla presenza di zolfo (SOx) nei carburanti, in linea con le disposizioni previste dall’Organizzazione marittima internazionale (IMO acronimo in inglese di International Maritime Organization) e recepite anche dall’Unione Europea.

Per gli armatori ne consegue l’obbligatorietà di impegnarsi concretamente per ridurre le emissioni di zolfo.

 

Prospettive in crescita

Secondo quanto stimato dal Quadro strategico nazionale, la domanda di bunker GNL è destinata ad aumentare in maniera importante considerando il portafoglio ordini raggiunto; un portafoglio di navi da crociera e portacontainer alimentate a GNL che quotano alcune centinaia di unità.

Già nel 2015, il Gruppo aveva identificato le potenzialità del bunkeraggio a GNL, così come notevole è lo sforzo che Vulcan sta compiendo per sfruttarle a pieno.

Quali vantaggi?

Il bunkeraggio di GNL offre diversi vantaggi rispetto ai combustibili tradizionali come il gasolio, BTZ o MGO (Gasolio Marino).

  • È meno inquinante: ha una ridotta capacità di emissioni di CO2 e di inquinanti atmosferici come lo zolfo e gli ossidi di azoto.
  • È più economico rispetto ad altri combustibili fossili, il che lo rende una scelta attraente dal punto di vista investimento.